La storia di Aigues-Mortes. Camminamento delle mura sud: a destra la Salina, a sinistra la città

La storia di Aigues-Mortes, la città di San Luigi dei Francesi in Camargue

La storia di Aigues-Mortes. Camminamento delle mura sud: a destra la Salina, a sinistra la città
La storia di Aigues-Mortes. Camminamento delle mura sud: a destra la Salina, a sinistra la città

Ho scoperto la storia di Aigues-Mortes in occasione del mio ultimo viaggio in Provenza e Camargue. Nelle mie peregrinazioni in Francia mi ero già imbattuta nella figura di Luigi IX, San Luigi dei Francesi quando ho visitato la Sainte Chapelle a Parigi, edificata per volere del sovrano fra il 1242 e il 1248 per custodire alcune reliquie della Passione di Cristo.

Nel 1240 Luigi IX fondò Aigues-Mortes in un territorio considerato malsano, e fu il primo sovrano di Francia a disporre di un porto sul Mediterraneo. Riuscì ad ottenere questo sbocco sul mare grazie a uno scambio con l’abate della potente abbazia benedettina di Psalmodi (distrutta nel corso della Rivoluzione Francese e di cui oggi rimangono solo rovine): l’abate concesse una sottile striscia situata in una zona paludosa, e ottenne in cambio alcuni privilegi e un terreno a Sommières. Luigi IX fece avviare la costruzione della cittadina, e nel maggio 1246 decretò alcune agevolazioni al fine di attirarvi una popolazione numerosa. Alle sue disposizioni si deve ricondurre la Torre di Costanza, che ancora si ammira ad Aigues-Mortes, e un castello oggi scomparso.

La storia di Aigues-Mortes. La Torre di Costanza
La storia di Aigues-Mortes. La Torre di Costanza

Nel 1248, mentre la città era un cantiere, il sovrano cominciò a radunare nel porto-canale le navi in partenza per la VII crociata, ma dovette chiedere aiuto a Marsiglia, a Venezia e a Genova per completare la sua flotta: nel 1249 a Cipro riuscì a radunare 1.800 imbarcazioni, di cui 38 erano partite con lui da Aigues-Mortes. Sbarcato in Egitto, si impadronì di Damiette ma venne poi sconfitto e fatto prigionierio a Mansourah nel 1250. Venne liberato in cambio di un grosso riscatto, ma rimase in Palestina fino al 1254 per far erigere le mura dei presidi franchi.

Nel 1270, sedici anni più tardi, i crociati tornarono a radunarsi nel porto di Aigues-Mortes in occasione dell’VIII crociata. Il primo luglio la flotta partì in direzione della Tunisia: durante l’assedio di Tunisi un’epidemia di colera decimò l’esercito e il re stesso vi trovò la morte, il 25 agosto 1270. Le sue ossa vennero sepolte nella cattedrale di Saint Denis a Parigi.

Altre immagini di Aigues-Mortes:

Mappa di Aigues-Mortes:

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.