Palazzo Castelluccio, Salone dei vulcani

Palazzo Castelluccio a Noto, il fascino neoclassico nella città del Barocco

Palazzo Castelluccio, Salone dei vulcani
Salone dei vulcani

Palazzo Di Lorenzo del Castelluccio è senza dubbio il palazzo privato più affascinante di Noto (Siracusa). Fu costruito dal 1770 al 1782 (data incisa all’ingresso) dalla famiglia Di Lorenzo, marchesi del Castelluccio, una delle famiglie più antiche della città, compartecipe insieme alle altre della ricostruzione del centro abitato dopo il terremoto del 1693 e dell’edificazione della nuova cattedrale netina.

Il palazzo testimonia la sua peculiarità sin dalla facciata neoclassica, una scelta stilistica che precorse i tempi in una Noto ricostruita nel segno del barocco. Influenzato dalle coeve scoperte archeologiche a Ercolano e Pompei, il gusto neoclassico caratterizza tutta l’architettura e la decorazione di Palazzo Castelluccio: lo si ravvisa – oltre che nella facciata su via Cavour – nei capitelli delle finestre e negli affreschi e nei lambris in trompe-l’œil dei saloni al piano nobile. Una scelta che si sposa perfettamente con il fascino esotico ed orientale degli spazi esterni, a partire dall’ingresso e dalla corte.

Palazzo Castelluccio, facciata
Facciata

Il palazzo fu costruito lungo via Cavour forse per la necessità di uno spazio abbastanza ampio da ospitare tutti gli ambienti utili alla vita di una famiglia numerosa, forse per la presenza di una sorgente d’acqua e il passaggio di un fiume sotterraneo. I Castelluccio lo abitarono fino alla metà del XX secolo: l’ultimo marchese, morto nel 1981, lo lasciò in eredità all’Ordine di Malta, di cui era stato Cavaliere.

Nel 2011 Palazzo Castelluccio fu acquistato dall’attuale proprietario, Jean-Louis Remilleux, che ne avviò il completo restauro con l’intenzione di restituire a questo luogo, offeso dal passaggio del tempo e dai segni dell’incuria, l’antico originario splendore.

Palazzo Castelluccio, corte
Corte

Il restauro, durato quattro anni, ha permesso di pulire e integrare gli affreschi, di sostituire i tessuti e riprodurre le carte da parati originarie – tra le quali spicca quella, magnifica, argentata del “Salone dei vulcani” – di restaurare i pavimenti in maiolica siciliana, di riportare una nuova collezione di arredi, quadri e oggetti d’arte e dell’epoca, riaprendo finalmente al pubblico nell’aprile del 2018.

Palazzo Castelluccio oggi è una vera e propria casa–museo, abitata ed accessibile ai visitatori.
Oltre al superbo piano nobile è possibile visitare le antiche cucine – conservatesi senza necessità di restauro – e le scuderie, che sono state “rinfrescate”.

Informazioni utili: tutte le indicazioni di visita sono riportate sul sito internet palazzocastelluccio.it.

Altre immagini di Palazzo Castelluccio:

Mappa:

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.